Follow Me Instagram_Icon_Small google imgres

Monday, June 26, 2017

Mousse di Cioccolato e Avocado – Vegan e Gluten free

Posted by Matteo Casadio on 1 marzo 2017

Anni fa l’avocado per chi non abitava nei paesi tropicali era un frutto quasi sconosciuto. Negli ultimi tempi vista la richiesta, la produzione e la commercializzazione si è diffusa. Oltretutto ora vengono prodotti anche in Sicilia, ma non tutto l’anno, ma è comunque è possibile acquistarli in molti negozi anche in Italia. Fondamentale è utilizzarli nel momento di giusta maturazione. Di solito si acquistano ancora un po’ acerbi e si lasciano maturare fino al momento giusto. Per velocizzare la maturazione si possono lasciare dentro un sacchetto di carta a temperatura ambiente.

Probabilmente abbiamo scoperto tutti prima il Guacamole e poi l’avocado. L’avocado è ottimo anche per fare i dolci e per sostituire il burro il alcune ricette.

Come dolce, la mousse cioccolato e avocado è facilissimo e veloce da preparare, è un dolce sano e naturale.

E possibile abbinare la mousse ad altri ingredienti e presentarla in vari modi. 

mousse d' avocado, cioccolato e frutti tropicali

Mousse d’ avocado, cioccolato e frutti tropicali

In questa ricetta, l’abbiamo abbinata ad altri frutti tropicali: mango, banana, macadamia e passion fruit,…ma chi ha fantasia si può sbizzarrire!

Ingredienti per 4 persone

2 avocado maturi

50 g sciroppo d’agave

30 g cacao amaro

2 g cannella in polvere

Lavare gli avocado. Con un coltello affilato, incidere gli avocado fino al nocciolo, poi fare ruotare la lama attorno al nocciolo per poterli dividere a metà.

Per togliere il nocciolo con facilità colpirlo con la lama del coltello e fare una piccola torsione.

A questo punto con un cucchiaio estrarre tutta la polpa.

Mettere la polpa in un frullatore e azionare per qualche secondo fino ad ottenere una crema.

Aggiungere il cacao, la cannella e lo sciroppo d’agave e azionare ancora qualche secondo.

La crema è pronta

La si può presentare riempiendo dei vasetti o dei bicchieri aiutandosi con un sac a poche, oppure si può utilizzare per farcire una torta, o per deserts più particolari.

Nell’immagine, l’abbiamo servita con mango tagliato a piccoli cubi, passion fruit, macadamia, e banana, per un dolce sano e tutto tropicale.

Caprese Liquida con crostacei scottati

Posted by Matteo Casadio on 23 luglio 2016

Caprese Liquida con crostacei scottati

Caprese Liquida con crostacei scottati

Guarda il video!

Maki di tonno

Posted by Matteo Casadio on 24 settembre 2015

Perchè Maki?

I maki sono una delle preparazioni più diffuse della cucina giapponese. Sono i rotolini di riso che siamo abituati a vedere nei sushi bar.  Ce ne sono molti tipi: Futomaki, Hosomaki, che sono preparati con riso e pesce all’interno, avvolti con l’alga nori aiutandosi con tappetini di bamboo; Uramaki invece hanno il riso all’esterno e vari tipi di ripieno e vengono chiamati anche california rolls; poi i Temaki che hanno l’alga all’esterno e sono di forma conica e dimensioni più grandi.

Questo piatto non vuole essere una modifica dei piatti della cucina giapponese, che sono già ottimi così, se fatti da chi li sa fare veramente!

Quindi Maki soprattutto per la forma.
Maki di tonnoIngredienti per 4 persone:

400 grammi di tonno albacora
5 g cipolla Tropea
10 ml aceto di vino bianco
1 Ravanello
10 g zenzero in agrodolce
20 g perle aceto balsamico
2 pomodori piccadilly confit
basilico greco
40 g daicon
2 Cetrioli
0,3 g iota
sale Maldon
olio extravercine d’oliva
Per le sfere di balsamico:
50 g olio di semi
50 ml aceto balsamico
1,5 g agar

Togliere tutti i filamenti dal tonno. Tagliare tutta la polpa a quadretti piccoli. Con l’aiuto di uno stampo tondo formare 16 piccole tartare da 20 g l’una. Con la mandolina affettare i cetrioli. Tagliare a metà le strisce di cetriolo e avvolgere le tartare.  Conservare le parti avanzate, serviranno per fare il gel. Tagliare la cipolla a piccoli bastoncini da 1,5 cm e lasciarle marinare in aceto per 30 minuti. Tagliare anche i ravanelli a bastoncini come la cipolla.

Per i pomodori confit

Sbollentarli in acqua per 10 secondi, tagliarli a metà. Eliminare pelle e semi e condirli con poco sale e poco zucchero, qualche lamella di aglio, qualche foglia di origano fresco, un po’ di olio extravergine e fare asciugare in essiccatore a 60ºC per  2 ore. Tagliarli in 16 piccoli pezzi. Pelare il daicon e tagliarlo a julienne fine. Lasciarlo in acqua e ghiaccio per  30 minuti, poi scolarlo. Tritare lo zenzero

Per il gel di cetriolo

Eliminare i semi, ma non la pelle dagli avanzi dei cetrioli. Centrifugare. A 100 g di centrifugato di cetriolo unire 0,2 g di sale e la iota, mescolare e portare a 80 gradi. Filtrare.  Lasciare raffreddare.

Per le sfere d’aceto balsamico
Mescolare l’aceto balsamico con l’agar e portarlo a bollore. Lasciare intiepidire e con una siringa far cadere una goccia per volta nell’olio di semi freddo.    Lasciare per un minuto, poi scolarle e lavare in acqua. Conservarle con un po’ di aceto balsamico.

Composizione del piatto

Versare un cucchiaio di gel per ogni piatto e farlo colare inclinandolo. Disporre 4 Maki per porzione. Guarnire ogni Maki con un po’ di zenzero, un pezzetto di pomodoro confit, uno di cipolla, uno di ravanello, le sfere di balsamico e una fogliolina di basilico greco. Lateralmente mettere il daicon. Condire con un filo di olio e un pizzico di sale Maldon.

Plateau Royal

Posted by Matteo Casadio on 2 agosto 2015

Plateau Royal

Sashimi

Posted by Matteo Casadio on 16 luglio 2015

Sashimi

Spaghetti di zucchine crude, pesto di semi di zucca, datterini e goji

Posted by Matteo Casadio on 16 gennaio 2015

Spaghetti, sí, ma di zucchine! Freschi, gustosi, salutari e facili da fare!
spaghetti di verdura

Ingredienti per 4 persone:
4 zucchine chiare fresche e sode
20 pomodori datterini
50 g semi di zucca
20 foglie di basilico
20 g bacche di goji
olio extravergine
semi di lino
sale

Preparare un pesto frullando prima i semi di zucca. Nel contenitore del frullatore a immersione freddo, mettere il basilico (tenere da parte 4 ciuffetti per guarnire) e coprirlo con olio extravergine anche questo freddo di frigorifero. Aggiungere i semi di zucca e frullare a impulsi. Aggiustare di sale.
Prendere le zucchine, lavarle e con l’apposito temperino creare gli spaghetti di zucchina. Metterli in una bowl capiente. Aggiungere i pomodori datterini, lavati e tagliati a metà, le bacche di goji e condire con sale e olio e.v.o.
Dividere gli spaghetti di zucchina in 4 piatti. Colare il pesto di semi di zucca. Spargere i semi di lino precedentemente schiacciati in un mortaio.
Completare con un qualche fogliolina di basilico.

Io uso questo: