Follow Me Instagram_Icon_Small google imgres

Monday, June 26, 2017

Celiachia Quali alimenti si possono mangiare?

logo gluten free

Sempre più persone in tutto il mondo hanno problemi di celiachia.

Questa intolleranza al glutine, crea non pochi problemi di alimentazione per chi ne soffre.

Negli ultimi anni, ormai quasi in tutti i negozi, troviamo prodotti per celiaci. Questo è un nuovo mercato e molte ditte si sono buttate a capofitto e i prodotti spesso, costano molto di più del loro reale valore, anche se bisogna considerare che la produzione dei prodotti Gluten Free, non può essere fatta negli ambienti e con i macchinari che vengono utilizzati per gli alimenti che contengono glutine,… questo in parte giustifica il prezzo più elevato!

Ormai ci siamo abituati a comprare prodotti già confezionati,  spesso senza nemmeno leggere quello che contengono.

Con un po’ di attenzione e un po’ di impegno, anche i celiaci potranno avere una normale e variata alimentazione e risparmiare un po’ di soldi preparando in casa le proprie ricette partendo dagli ingredienti base.

Quali sono gli alimenti che possono mangiare i celiaci?

Questa è una lista che serve a tutti per capire quali sono i prodotti e gli alimenti che contengono glutine e quelli che non contengono glutine.

PRODOTTI CHE NON CONTENGONO GLUTINE:

  • MAIS (granoturco)*
  • GRANO SARACENO*
  • RISO*
  • QUINOA*
  • MANIOCA*
  • MIGLIO*
  • AMARANTO*
  • SORGO*
  • TEFF*
  • ZIZANIA*
  • FARINE DIETETICHE (ditte specializzate)
* Attenzione perchè anche se questi semi e granaglie non contengono glutine, spesso le farine ottenute potrebbero essere contaminate da altri prodotti macinati in precedenza. Quindi le farine devono essere di ditte autorizzate. Altra bella soluzione può essere quella di acquistare un piccolo mulino casalingo e utilizzarlo per produrre autonomamente le proprie farine.
  • UOVA FRESCHE
  • UOVA PASTORIZZATE senza aggiunta di aromi
  • PESCE FRESCO E SURGELATO al naturale*
  • MOLLUSCHI FRESCHI
  • CROSTACEI FRESCHI E SURGELATI al naturale*
  • PESCE CONSERVATO IN SCATOLA
  • PESCE AFFUMICATO senza additivi e aromi particolari
  • CARNE FRESCA, SURGELATA*
  • PROSCIUTTO CRUDO
  • LARDO DI COLONNATA IGP
  • LARDO D’ARNAD DOP
  • STRUTTO
* ovviamente non impanati infarinati; non ricette preparate che possono contenere addensanti
  • LATTE FRESCO
  • LATTE UHT non addizionato di aromi o altre sostanze
  • PANNA FRESCA
  • PANNA UHT
  • BURRO
  • FORMAGGI FRESCHI E STAGIONATI
  • YOGURT MAGRO E INTERO senza aggiunta di addensanti e aromi
  • YOGURT GRECO senza aggiunta di addensanti e aromi
  • VERDURE FRESCHE, ESSICCATE, SURGELATE
  • VERDURE LIOFILIZZATE
    VERDURE SOTT’ACETO
  • VERDURE SOTT’OLIO
  • VERDURE SOTTO SALE
  • FUNGHI FRESCHI, SECCHI E SURGELATI
  • FUNGHI SURGELATI al naturale
  • LEGUMI FRESCHI, SECCHI, IN SCATOLA
  • FRUTTA FRESCA E SURGELATA
  • FRUTTA SECCA CON E SENZA GUSCIO
  • FRUTTA DISIDRATATA, ESSICCATA
  • FRUTTA SCIROPPATA
  • CAFFÈ
  • TISANE
  • VINO
  • DISTILLATI non aromatizzati
  • BEVANDE GASSATE E FRIZZANTI
  • MIELE
  • PAPPA REALE
  • ZUCCHERO
  • GLUCOSIO
  • FRUTTOSIO
  • DESTROSIO
  • BURRO DI CACAO
  • OLI VEGETALI
  • OLIO D’OLIVA
  • ACETO DI VINO non aromatizzato
  • ACETO DI MELE
  • ACETO BALSAMICO DOP E IGP
  • LIEVITO DI BIRRA FRESCO, SECCO, LIOFILIZZATO
  • AGAR AGAR IN FOGLI
  • SALE
  • SPEZIE
  • ERBE AROMATICHE
  • LIQUIRIZIA RADICE E GREZZA

I PRODOTTI CHE CONTENGONO GLUTINE – QUINDI VIETATI:

  • FRUMENTO (GRANO)
  • FARRO
  • ORZO
  • AVENA
  • SEGALE
  • KAMUT (GRANO  KHORASAN)
  • SPELTA
  • TRITICALE
  • GERME DI GRANO
  • MALTO
  • BULGUR
  • COUSCOUS
  • SEITAN
  • SALSA DI SOIA
  • POLENTA TARAGNA se alla farina di grano saraceno è miscelata farina di grano
  • LATTE AI CEREALI
  • LATTE E BEVANDE ALL’AVENA
  • FRUTTA DISIDRATATA INFARINATA
  • CAFFÈ SOLUBILE
  • BIRRA prodotta con malto d’orzo o di frumento
  • LIEVITO MADRE

Il consigli per le persone che realmente soffrono di questa patologia è quella di attrezzarsi in casa e preparare i propri piatti partendo dalle materie prime consentite.

Tanti prodotti consentiti, ma semilavorati possono essere stati contaminati nella lavorazione e nella distribuzione, quindi quando facciamo la spesa, leggiamo sempre attentamente l’etichette!

Per approfondimenti potete visitare la pagina dell’Associazione Italiana Celiachia